Non diritto di visita bensì vivere con entrambi i genitori separati!
I vantaggi della custodia alternata per i figli di divorzio.

 
Il 23 ottobre prossimo, agli europarlamentari verranno esposti i primi studi comparativi riguardanti i vantaggi che rappresentano per i minori la possibilità di continuare a vivere con entrambi i genitori anche dopo il divorzio. Un rappresentante della Svizzera prenderà la parola per illustrare la prassi estremamente “conservatrice” nel nostro paese.
 
Promotore di questa iniziativa è il pediatra di Varese, Dr. Vittorio Vezzetti, noto ricercatore e specialista in materia. Invitata anche la Svizzera che sarà rappresentata da Martin Widrig MLaw e ricercatore all’università di Friborgo il quale esporrà la situazione dell’affidamento nel diritto di divorzio nel nostro paese. Con questa iniziativa, il Dr. Vezzetti vuole illustrare al Parlamento europeo la situazione nei vari paesi ed esporre gli indiscussi vantaggi della condivisione dei doveri di custodia alternata – detta anche affido condiviso. Nei doveri della UE è iscritta una clausola che garantisce ai propri cittadini le migliori condizioni di salute possibili. Si chiede dunque al Parlamento di introdurre questa prassi “di igiene psichica” in tutta la comunità europea.
 
Al 1.1.2014 dovrebbe entrare in vigore in Svizzera l’autorità parentale congiunta automatica; ciò è prassi corrente da anni praticamente in tutta Europa! Mentre a Strasburgo si discute già di custodia alternata, in Svizzera vi sarà ancora molto lavoro da fare affinché le organizzazioni quali donna2 (associazione che chiede una reale parità di trattamento tra i sessi e più specificatamente per tutti i membri della famiglia – nonni, zii, seconde compagne/mogli) CROP, GeCoBi o Vaterverbot possano esser ascoltate dalle nostre autorità. Infatti il Dipartimento di giustizia e polizia è alle prese con la revisione del diritto di mantenimento e sta, nonostante le tendenze contrarie negli altri paesi, rinsaldando la prassi della costituzione di “famiglie monoparentali”, di padri “caccia- quattrini” e figli orfani! Da Strasburgo le citate organizzazioni sperano di poter far attirare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla retrograda prassi che si sta consolidando in Svizzera in materia di diritto di famiglia.
 
I vantaggi della custodia alternata sono molteplici. Grazie a numerose ricerche internazionali si è potuto dimostrare con certezza che i figli di divorziati in queste condizioni riescono facilmente a mantenere l’equilibrio emotivo e affettivo anche e soprattutto nei casi di separazioni conflittuali! Niente più conflitto di lealtà per loro. I genitori rimangono equivalenti. Niente figli “in visita”, niente orfani di padre, niente madri su cui ricade tutto il peso della famiglia “monoparentale”. Come per incanto spariscono le diatribe sugli alimenti mai pagati (o pagati in eccesso). Come per incanto la madre ha una miglior possibilità di integrare la professione con la vita famigliare, che si dimostra nelle ricerche persino con una migliore qualità della relazione madre-figlio.
 
Fin quando non vi sarà un’inversione di tendenza dei divorzi, non v’è scelta per donna2: postulare la custodia alternata per i figli di genitori separati. donna2 sarà presente a Strasburgo.
 
Ottobre 2013, il comitato:
Katherin Säuberli, presidente
Anne Décosterd, vice-presidente
Dalila Loftin, segretaria
Sophie Dubuis, membro
Maria Rück, membro